Anagni, Presentazione del progetto: Safari d’arte sulla Strada del Cesanese

Il Safari d’arte è un modo nuovo per far visitare a cittadini e turisti città d’arte e borghi, viene definito  un avvincente game-tour per tutte le età che, fruibile attraverso l’app gratuita Safari d’arte,  consente di scoprire storie, personaggi, miti e leggende delle città storiche d’Italia.  Ma il Safari d’arte è anche un mezzo per promuovere una delle eccellenze della Ciociaria il vino Cesanese del Piglio, l’unico DOCG rosso del Lazio, che ottiene costantemente successi nelle più importanti vetrine internazionali.  Infatti giovedì  prossimo (15 luglio) alle ore 12.00 presso la Sala della Ragione del Palazzo comunale di Anagni avrà luogo la presentazione del progetto Safari d’arte la Strada del Vino Cesanese.  Il binomio arte-vino trova così la sua espressione appunto nel Safari d’Arte. “Il turismo -si legge nella nota di presentazione dell’evento- è un settore strategico per il nostro Paese ed è in continua evoluzione. I turisti sono alla ricerca di tour esperienziali che consentano di vivere sensazioni, assaporare emozioni. Per offrire una nuova esperienza di viaggio, l’associazione la Strada del Vino Cesanese e l’associazione Ara Macao, con un progetto cofinanziato da Regione Lazio e con il patrocinio di:  Presidenza del Consiglio Regionale, Provincia  di Frosinone, Comune di Anagni, Gal Ernici Simbruini, Skal International Roma, hanno realizzato una caccia al tesoro, un  tour esperienziale,  Safari d’Arte, già prodotto con successo in molte città italiane. La strada del Vino Cesanese comprende sei comuni che vanno dalla Provincia di Roma fino all’Alta Ciociaria, Acuto, Affile, Anagni, Paliano, Piglio, Serrone, un territorio ricco di storia e tradizione, Patria del Vino Cesanese. Alle ore 12.00 avrà luogo la presentazione del progetto e dell’App alla stampa ed agli operatori del settore. Al termine della presentazione seguirà una degustazione di prodotti tipici accompagnati dal vino Cenanese, ed all’evento  sono stati invitati a partecipare rappresentanti delle Istituzioni, delle categorie e gli operatori del settore”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.