Jenne, Una Carta Bike Tour per conoscere meglio il Parco dei Simbruini

Per i ciclisti e amanti della mountain bike, il Parco Naturale Regionale dei Monti Simbruini, l’area verde più grande del Lazio ( con sede nel Comune di Jenne), dà la possibilità attraverso una Carta “BIKE Tour”, di conoscere e vivere al meglio la bellezza dei suoi spazi più belli.  Dai percorsi panoramici, alle adrenaliniche discese nei boschi per gli amanti del freeride agli itinerari meno impegnativi per famiglie e per chi si vuole rilassarsi , conoscendo al meglio la natura incontaminata, ma anche la cultura del territorio, le tradizioni, le attrazioni storiche e percorsi enogastronomici,  con le comunità all’interno del Parco. “Nella Carta “BIKE Tour” –si legge in una nota del Parco- troverete tutte le principali attrazioni naturalistiche del Parco dei Monti Simbruini: fiumi, paesaggi, pianori carsici, una delle più grandi faggete d’Europa ma anche borghi, Monasteri e Castelli. La selezione è ideologica perché stabilisce che certi luoghi sono più importanti di altri. Insomma, le cartine sono testi e in quanto tali sono prodotti da un autore che seleziona i punti su cui far ricadere l’attenzione. La nostra Carta “BIKE Tour” ha questo importante compito, di accompagnare i bikers alla scoperta di quelli parti di territorio che più rappresentano l’area protetta. Luoghi di importanza storica, attrazioni naturalistiche e culturali, ma anche strutture turistiche come ristoranti, bar e punti ricarica per le avanguardistiche E-Bike, nonché aree campeggi e pic-nic ma anche tutte le info relative ai maneggi, ai rifugi e alle sedi del Parco. I diversi percorsi rappresentano anche le diverse tipologie di bikers: dai principianti, ai quali sono dedicati percorsi facili, agli esperti ai quali sono dedicati tracciati più impegnativi (es: dislivello e lunghezza). Nella Carta “Bike Tour” è riportato inoltre tutto il tracciato – denominato MTB15 “Simbruini Bike Tour” – creato e testato da Pro Bike Subiaco in collaborazione con il Parco dei Monti Simbruini. Un percorso di 112 km che arriva in tutti i paesi del Parco, sono riportati tutti i punti ristoro e i punti ricarica aderenti per le E-Bike. Tutti i tracciati sono per sole mountain bike ed e-bike e sono riservati a tutti gli amanti della bicicletta da guidare in mezzo e nel rispetto della natura. Ben 31 percorsi che attraversano le meraviglie dell’area protetta. La Carta “BIKE Tour” è in scala 1:25.000, sia in italiano che in inglese con coordinate UTM WGS84 e tracciati rilevati con GPS. Vi sono riportate diverse informazioni: tipo di terreno (misto o sterrato), livello altimetrico, livello tecnico (impegnativo, medio o facile) e la distanza chilometrica. Ha un Formato: 13,5×15 cm (chiuso) quindi comodo e tascabile!”  “Il turismo  –afferma il Presidente dell’Ente Parco Domenico Moselli-  è una delle attività economiche più importanti del mondo e rappresenta uno dei fattori che possono determinare trasformazioni nella composizione sociale e nella forma dei territori. Oggi la presenza di molteplici tipologie di turismo richiede lo sviluppo di un’offerta differente e la definizione di strategie di attrazione dei territori in funzione delle diverse caratteristiche e opportunità che gli stessi hanno. Una corretta strategia può orientare e guidare i flussi turistici anche verso territori sino ad ora periferici. Il Parco dei Monti Simbruini nel suo piccolo sta creando una rete di opportunità apprezzabile, per dare strumenti a chi saprà cogliere l’occasione: dopo la creazione della rete sentieristica, della carta trekking e della carta geologica, la carta “Bike Tour” è un altro importante tassello che va a  migliorare l’offerta turistica e che porterà sicuri benefici”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.