Piglio, Ripristinata la stele del percorso contemplativo S.G.P.II

Nei giorni scorsi è stata ricollocata la stele marmorea che indicava l’inizio del percorso contemplativo dedicato a San Giovanni Paolo II, sito lungo la strada per gli Altipiani di Arcinazzo. La stele era stata oggetto di vandalismo  ed è rimasta a terra per più di un anno, vani i solleciti esternati da cittadini affinchè fosse ripristinato un senso di decoro e dignità a questo luogo tanto amato dal Santo Padre, che durante i suoi anni di Pontificato  si calcola siano state 40 le volte che si è recato in quest’area in contemplazione. Finalmente e bisogna dare merito alla  sensibilità del consigliere comunale Cristian Scarfagna (nella foto accanto alla stele),  è stata nuovamente  ricollocata la stele, in modo più concreto, ed inoltre  per l’intera area  vi è in prospettiva un valido e decisivo progetto di rilancio. “Personalmente sto conducendo dall’insediamento dell’Amministrazione Felli, un percorso di recupero e miglioramento di varie aree del territorio –commenta il consigliere Scarfagna-  grazie alla collaborazione di tanti volontari che amano come me questo paese e vogliono dare con piccole, ma importanti iniziative segni concreti per migliorare il tessuto urbano e sociale. Dopo i tanti e giusti solleciti di cittadini ed anche turisti che visitano il percorso contemplativo, io insieme ai volontari abbiamo realizzato una piattaforma solida e ben inserita nel contesto, su di essa è stata posta la stele, sulla quale sarà incisa l’intitolazione del percorso. E’ un atto che personalmente ho  ritenuto  doveroso alla comunità di Piglio, alla figura di un Santo che ha camminato su questo suolo, e lo si deve perché è importante promuovere il territorio con un turismo ambientale e spirituale, in quest’area altamente frequentata sia d’inverno che d’estate per raggiungere gli Altipiani di Arcinazzo, le stazioni sciistiche di Campo Staffi e Monte Livata. Ho una visione di recupero per quest’area, non solo nella sistemazione dell’arredo dell’area pic-nic ai margini dell’Inzuglio, ma  in sinergia con l’Accademia Kronos, interfacciandomi con il comandante Bruni, si sta valutando l’idea  di affidare a questo sodalizio  l’area limitrofa al percorso, ripulirla, renderla accessibile e destinarla in parte ad Area attrezzata per cani con l’Agility Dog, meglio conosciuta anche “area di sgambamento cani”. Come tanti altri paesi anche Piglio “pet friendly”, ovvero più vivibili per gli animali e per chi li ama, in questo nuovo spazio attrezzato i cani possono essere lasciati liberi di correre senza guinzaglio sotto la responsabilità dei proprietari e nel rispetto degli altri frequentatori. Grazie agli attrezzi per agility dog inseriti all’interno delle aree, i cani possono giocare, muoversi e socializzare in piena tranquillità. “Ritengo –conclude il consigliere Scarfagna- che quest’area abbia grandi potenzialità per un turismo pensato  a chi  vuole passare una giornata nel verde, visitare il percorso contemplativo di S.G.P.II, l’area della Madonna del Monte, sostare nell’area pic –nic intorno all’Inzuglio,   lasciare i propri amici a quattro zampe      nell’ area di sgambamento cani con l’Agility Dog. Lavoriamo insieme ai volontari per migliorare Piglio”.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.