Ragazzina abusata da mamma e patrigno, si trasferisce: stuprata dal padre

Una povera ragazzina vittima già a soli undici anni di violenze e abusi da parte della madre e del patrigno e come se non bastasse, trasferitasi dal padre, anche con lui subisce violenze.

La vittima oggi è una ragazza di 20 anni che ha raccontato di essere stata violentata dal patrigno e dalla madre naturale da quando aveva undici anni, motivo per la quale entrambi sono accusati di violenza sessuale su minore.

Un anno dopo essersi trasferita dal padre, anch’egli ha abusato sessualmente della figlia e adesso dovrà rispondere dell’accusa di violenza sessuale.

Tragedia a Villarbasse: bimba di 1 anno morta investita dalla mamma

Gli abusi subiti dalla giovane ragazza sono emersi solo nel mese di aprile di quest’anno. I fatti si sono svolti tra il Tigullio e il Levante ligure. L’inchiesta è coordinata dal pubblico ministero Gabriella Dotto.

Le indagini sono scattate dopo che un’insegnante della ragazza si è accorta che la studentessa era stata vittima di violenza: prima l’ha accompagnata in ospedale, dove i medici avevano confermato gli abusi e successivamente dai carabinieri per la denuncia.

Basta cani al balcone sotto il sole estivo: nel 2018 morti oltre 1200 animali

La 20enne ha raccontato di avere vissuto sempre con la madre e che da quando aveva undici era stata violentata dal patrigno alla presenza della donna.

Parco acquatico di Mirabilandia: muore annegato bimbo di 4 anni

Diventata maggiorenne aveva deciso di andare a vivere con il padre che non la frequentava da quando aveva 4 anni.

Per un anno la convivenza è andata avanti serenamente, ma lo scorso anno il padre ha iniziato a molestarla fino al punto di violentarla.

Adesso la ragazza è stata trasferita in una struttura protetta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.