Roma, Dal 3 all’8 novembre il treno del Milite Ignoto alla Stazione San Pietro

A cento anni esatti dal primo ‘viaggio’, il Milite Ignoto ripercorre il tragitto che lo portò al Vittoriano di Roma. Lì dove oggi sorge l’Altare della Patria trovò un luogo di sepoltura che diventò la casa dei migliaia di soldati di cui non si conosceva l’identità e che persero la vita durante il primo conflitto mondiale. Al binario 1 della stazione Termini di Roma è infatti approdato ieri mattina 2 novembre il convoglio a vapore che un secolo fa trasportò la bara del militare sconosciuto da Aquileia alla Capitale. Il treno, è  partito il 29 novembre, ed ha ripercorso solo in parte l’itinerario di 100 anni fa, quando furono toccate oltre 120 città italiane.  Oggi 3 mercoledì novembre si sposterà alla Stazione San Pietro dove rimarrà fino all’8 novembre e ospiterà all’interno una mostra immersiva. “Questo treno che fece  in ogni stazione lunghe soste per permettere ai fiumi di folla di salutare l’eroe, il figlio caduto per la Patria – sottolinea il senatore Gianfranco Rufa (nella foto) – ha un grandissimo significato, non solo richiama nuovamente  i forti sentimenti di umanità, solidarietà, unità e amor di Patria che 100 anni fa lo accompagnarono con le folle presenti nelle stazioni italiane che vissero i difficili momenti della guerra. Oggi quel treno rafforza l’unità del nostro Paese, travagliato dal covid, e simbolicamente unisce dal nord al sud l’Italia con lo stimolo di guardare al futuro per la rinascita dell’Italia. Un plauso alle Ferrovie dello Stato, che oggi come allora sono presenti unendo il nord ed il sud Italia”.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.