Salvini dai genitori dei cuginetti investiti da Suv: “Vittoria è una città omertosa”

Matteo Salvini si è recato dai genitori di Alessio e Simone D’Antonio, i due cuginetti morti dopo essere stati travolti da un Suv mentre erano seduti sul gradino di casa.

Ai cronisti Salvini parla senza peli sulla lingua, come riportato su gds.it: «Mi meraviglio che questa città non abbia saputo rispondere con atti di legalità e di collaborazione, tenendo invece un profilo omertoso, di fronte ad una tragedia del genere compiuta da un folle omicida, drogato che con un’auto potente andava a 160 km all’ora in pieno centro. Ho trovato paura, complicità, omertà. Qui è bestiale. Bisogna dare coraggio a chi rispetta le leggi. C’è da portare via le ultime mutande a questi delinquenti».

Ed ha aggiunto: «Magari non faremo miracoli, ma ho promesso a papà e mamma di Alessio e Simone che ci sentiremo giornalmente e sarò spesso a Vittoria. Tornerò a Vittoria portando in dote qualche poliziotto in più ma nella coscienza della gente non posso entrarci».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.