Torrice, Si tratta di una sentenza su un decreto ingiuntivo pari ad € 29 mila

Nei giorni scorsi l’ex Sindaco di Torrice, ricandidato alle prossime amministrative di settembre, Mauro Assalti, esaltava su vari mezzi di comunicazione, la revoca di un decreto ingiuntivo  nei confronti del Comune di Torrice, al quale la sua amministrazione si sarebbe opposta a suo tempo, pari ad € 240 mila. Con la trasparenza che lo contraddistingue, di chi fa della politica un servizio per la comunità, l’avv. Alfonso Santangeli  candidato a Sindaco con la lista “Torrice C’E’”, ha per l’ennesima volta smascherato  una falsità degli avversari politici. “Ormai non stupisce più –commenta l’avv. Santangeli (nella foto)– il comportamento di falsità e mistificazione che sono le uniche armi che hanno a disposizione i nostri avversari politici. I cittadini di Torrice, hanno capito che l’unico modo che Assalti e suoi hanno di fare politica è di “mistificare la realtà dei fatti” con chiacchiere messe ad arte. Ma andiamo ai fatti. Nei giorni scorsi i nostri avversari da una notizia trapelata dall’Ente Comunale, hanno festeggiato la revoca (a loro dire) di un decreto ingiuntivo pari ad € 240 mila, al quale a suo tempo loro si erano opposti ed oggi sottolineando che “il tempo è galantuomo”  hanno cantato vittoria. Ma non è così! Confrontandoci con il commissario prefettizio e verificando la documentazione che ci è stata fornita, in realtà si trattava di una sentenza del Tribunale di Frosinone su un decreto ingiuntivo pari ad € 29 mila di tutt’altra questione. Il decreto ingiuntivo di € 240 mila è un discorso che ancora pende sul Comune di Torrice. I cittadini di Torrice, hanno il diritto di avere amministratori cristallini, che non devono inventarsi storie per essere eletti, ma devono parlare di fatti concreti, perché gestire la cosa pubblica è una cosa seria, e non può essere chi non ha obiettivi chiari, concreti  per il bene della comunità a diventare Primo Cittadino. Noi di “Torrice C’E’” – continua Santangeli- pensiamo che ormai, i cittadini abbiano capito con chi hanno a che fare e sanno ben distinguere tra chi dice solo falsità e chi ci mette la faccia con onestà, concretezza e trasparenza. Torrice ha bisogno di un’Amministrazione che ridia al paese la giusta linfa per rialzarsi, e noi abbiamo le persone, i progetti e tanta determinazione nel raggiungere quest’importante obiettivo e per tutto ciò “Torrice C’E’”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.