Venezia, Otto donne si reinventano imprenditrici con il progetto europeo INSITU

Sono otto le donne coinvolte nella prima edizione della formazione per future imprenditrici organizzata nell’ambito del progetto transnazionale IN SITU avviata a novembre 2020 e che proseguirà fino a metà gennaio 2021, in modalità online.  “In un periodo difficile come quello che stiamo attraversando, – commenta l’Assessore regionale al Lavoro Elena Donazzan nell’annunciare l’iniziativa – è fondamentale mettere in campo strumenti a supporto delle persone che vogliono guardare al futuro con coraggio, mettendoci impegno e volontà di reinventarsi, nonostante situazioni di partenza non certo facili e un lungo periodo fuori dal mercato del lavoro. Ed il progetto INSITU in tal senso si prospetta già come un esempio importante che, una volta completato, confidiamo possa diventare una best practice”. IN SITU è un progetto del Programma Central Europe che coinvolge sei regioni europee di altrettanti stati membri: Italia, Austria, Croazia, Germania, Polonia e Slovenia. Per l’Italia è il Veneto la regione che ha aderito a questa iniziativa che promuove l’uscita dalla disoccupazione di lungo termine attraverso l’innovazione sociale, finanziata con oltre 2 milioni di euro su scala europea (in gran parte fondi FESR). L’obiettivo per il Veneto è riuscire a creare una ventina di imprese sociali e una corsia preferenziale per il reinserimento lavorativo delle donne di età inferiore ai 30 anni o superiore ai 50, sfruttando le opportunità dell’apprendimento intergenerazionale. Le storie delle donne coinvolte in questa prima edizione sono tutte diverse, ma tutte condividono il desiderio di rimettersi in gioco attraverso un progetto di imprenditoria sociale che coltivano da molto tempo, ma che, finora, non hanno mai trovato il coraggio di realizzare, temendo di non essere in grado di muoversi nel mondo complesso dell’imprenditoria. La fase iniziale del percorso è finalizzata alla promozione delle abilità individuali dei partecipanti, un primo passo per reinventare la propria carriera, e una seconda fase di sviluppo vero e proprio della propria idea di impresa sociale. Le idee più innovative saranno presentate nel corso di un evento internazionale nel 2022 a Vienna, regione capofila del progetto.

 

In partnership Con ENAIP, la Regione Veneto aprirà a breve a Verona anche un Social Innovation Hubs, un centro dove le persone svantaggiate potranno trovare un sostegno per far nascere le proprie idee e attività di impresa sociale, anche attraverso la collaborazione tra generazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.