Venezia, Presentato il sodalizio “Bullismo No Grazie”

“Ciascuno nel proprio ruolo deve fare di tutto per evitare quelle degenerazioni che portano ad atti estremi. Abbiamo la responsabilità e la sensibilità di essere persone che hanno molto a cuore il tema dell’educazione. Dobbiamo combattere il bullismo con l’educazione”. Lo ha detto stamane l’Assessore regionale all’istruzione, alla formazione e al lavoro, Elena Donazzan, intervenendo, in collegamento, alla presentazione della nuova associazione “Bullismo No Grazie” di Gazzo (PD), che ha l’obiettivo di combattere e prevenire, tramite formazione ed informazione, il bullismo, il cyberbullismo e qualsiasi forma di violenza. “Bullismo no grazie” nasce da un’idea dell’attore e scrittore Fabio De Nunzio dopo l’incontro con l’imprenditore Massimiliano Destefanis alla luce della considerazione che bullismo e il cyberbullismo sono un vero problema sociale che coinvolge gli adolescenti e i loro genitori. Quotidiane, purtroppo, le notizie di violenze, di aggressioni e anche di suicidi di giovanissimi. Per dare un contributo ad arginare tali fenomeni nasce l’associazione No Profit “Bullismo no grazie”. “Lo sport è una formidabile strada per combattere queste degenerazioni – ha sottolineato l’Assessore regionale all’istruzione -; dobbiamo fare di tutto perché lo sport torni ad essere vissuto appieno dopo il periodo di pandemia che ha limitato moltissimo le attività, soprattutto per i ragazzi. Mi piace che l’Associazione abbia una collaborazione con le associazioni sportive, l’Hockey Breganze in questo caso, perché vale molto di più un messaggio tra pari per aiutare chi è vittima di bullismo a parlare, affrontare la situazione e superarla”. La missione di “Bullismo no grazie” è quella di informare e portare alla luce del sole ogni fenomeno di bullismo, cyberbullismo, cybershaming, revenge porn, promuovendo la cultura contro ogni discriminazione e aiutando a prevenire qualsiasi forma di violenza. Il portale www.bullismonograzie.it integra le attività dell’associazione con tante iniziative per aiutare i giovani e i loro genitori a meglio conoscere le conseguenze del bullismo e i pericoli derivanti dall’uso della rete con proposte atte a contrastare il fenomeno. “Bullismo no grazie” ha anche l’obiettivo di aggregare in rete chiunque voglia promuovere iniziative per contrastare il bullismo e il cyberbullismo e di essere punto di snodo e di collegamento con siti istituzionali e non, a cui rivolgersi per segnalazioni di abusi e per ascolto della persona.  Nell’ottica della formazione e informazione è prevista l’organizzazione di tour sul territorio nazionale, nelle scuole di ogni ordine e grado, per diffondere la cultura di prevenzione del fenomeno sia presso gli studenti che presso i genitori e per l’ascolto delle storie dei protagonisti. Una delle più concrete iniziative in fase di realizzazione è la creazione del calendario “Stop al Bullismo e Cyberbullismo 2022”, progettato in collaborazione con UISP Piemonte, le Regioni Piemonte e Veneto, che vedono protagonisti i ragazzi delle scuole e di società sportive che prestano il loro volto per il calendario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.